Arconate Buscate Busto Garolfo Canegrate Cerro Maggiore Cuggiono Dairago Inveruno Legnano
 Magnago Nerviano Parabiago Rescaldina San Giorgio su Legnano San Vittore Olona Turbigo Villa Cortese

Il territorio

Siamo tanti comuni, uniti per formare una sola voce. La voce dell’Alto Milanese.

 

Il termine Alto Milanese (o Altomilanese) indica un’area della Lombardia inclusa fra le province di Milano, Varese e in diversa misura quella di Como. Il nucleo centrale dell’Alto Milanese, che si sviluppa lungo l’asse del Sempione, antica via di collegamento verso il Nord Europa, è costituito dalla conurbazione fra le città di Legnano, Castellanza, Busto Arsizio e Gallarate ed è una delle zone più industrializzate e più densamente popolate d’Italia.

Situata in una posizione strategica per gli scambi commerciali e i contatti internazionali, la zona è attraversata da diverse  linee ferroviarie che la mettono in comunicazione con le principali città europee e da una fitta rete stradale e autostradale  (l’autostrada A4 Torino-Venezia, la A8 Milano-Laghi) che la collega all’aeroporto internazionale di Malpensa e al polo fieristico di Rho-Pero, sede dell’Expo 2015.

Grazie alla sua posizione geografica e alle caratteristiche del territorio, l’Alto Milanese ha assunto sin dall’inizio dell’era industriale un ruolo da protagonista: già nel XVIII secolo i primi insediamenti produttivi si stabilirono lungo il corso del fiume Olona per poi espandersi col tempo a opera di uomini lungimiranti che innalzarono fabbriche destinate a dare lavoro a migliaia di persone e a rendere il territorio un motore dell’economia regionale e nazionale.

Un ruolo che l’area a nord ovest di Milano ricopre tutt’oggi, pur nelle difficoltà legate alle problematiche economiche contingenti, rendendola ancora competitiva e appetibile per chi intende fare impresa e avviare attività di business. I settori tessile e meccanico sono quelli che storicamente identificano l’economia locale: le industrie tessili, nate intorno alla lavorazione del cotone, sono state sempre al passo con i tempi, introducendo continui aggiustamenti tecnologici e organizzativi per rimanere competitive e garantire prodotti innovativi e di qualità da mettere sul mercato; dalla grande impresa “verticale” e “centralizzata” si è passati a un sistema basato sulle subforniture e sulle piccole e medie imprese specializzate, che spesso rappresentano vere eccellenze in quanto a tecnologie, design e modelli organizzativi. Strumenti, questi, indispensabili in un contesto globalizzato e fortemente competitivo.

Tante sono le eccellenze del territorio nel campo tessile e della moda, meccanico, calzaturiero e nel settore della generazione e distribuzione di energia elettrica. Quest’ultimo, che ha le sue radici nella tradizione termo-elettromeccanica di molte aziende della zona, rappresenta un comparto fortemente innovativo e competitivo, anche grazie alla creazione di Energy Cluster, distretto dell’energia riconosciuto ufficialmente dalla Regione Lombardia. Oggi Energy Cluster associa circa 90 imprese e fornisce risorse e competenze alle aziende del territorio che operano nei mercati dell’energia (dalle centrali elettriche ai termovalorizzatori di rifiuti, alle apparecchiature per la trasmissione e distribuzione di energia, dalle fonti tradizionali a quelle rinnovabili), coinvolgendo anche università, centri di ricerca, associazioni ed enti pubblici.

Il patrimonio industriale che l’Alto Milanese ha ereditato in due secoli di storia ha subìto nel tempo notevoli mutamenti e ora il territorio guarda al futuro con progettualità e inventività, cercando di dar vita a nuove realtà produttive, che in molti casi trovano collocazione presso aree industriali dismesse. Per valorizzare questo patrimonio e offrire opportunità soprattutto alle piccole e medie imprese, sono sorte società quali Euroimmobiliare Legnano srl, costituita su iniziativa del Comune di Legnano nel 1996 con lo scopo di riconvertire le aree industriali abbandonate in uffici e sedi destinati alle nuove PMI: è il caso dell’area Tecnocity Alto Milanese, sorta sull’ex fonderia Ansaldo a Legnano, dove attualmente sono insediate circa 50 aziende e dove ha sede la segreteria operativa del progetto “Alto Milanese per Export PMI”.