Arconate Buscate Busto Garolfo Canegrate Cerro Maggiore Cuggiono Dairago Inveruno Legnano
 Magnago Nerviano Parabiago Rescaldina San Giorgio su Legnano San Vittore Olona Turbigo Villa Cortese

Monthly Archives: novembre 2014

INIZIATIVA EXPORT IN CINA E “PROGETTO VOLARE”

Il progetto si rivolge a tutte le PMI e realtà produttive rappresentative della produzione d’eccellenza del Made in Italy – che intendono esportare i propri prodotti nell’area di Shanghai, che da sola conta circa 30 milioni di abitanti. Shanghai inoltre conta su oltre 2 milioni di stranieri, molti dei quali occidentali e di fascia socio economica medio alta: tutti potenziali opinion makers delle produzioni di eccellenza. In tal senso questa metropoli, al pari di New York, rappresenta una delle più importanti vetrine internazionali non solo per la distribuzione quanto per il posizionamento di immagine dei prodotti di qualità.

L’iniziativa programmata prende avvio dalla proposta di Europe China Business Development, società operante da anni sul mercato cinese con risorse umane italiane e cinesi in loco, che propone l’iniziativa “Volare”, riservata a tutte le aziende italiane di eccellenza.

Con questa iniziativa, si incentiverà la presenza di queste imprese nella Free Trade Zone di Waigaoqiao, adiacente all’Aeroporto internazionale di Pudong

L’iniziativa si focalizza, in estrema sintesi, nella possibilità di;

  • analizzare il mercato di riferimento: ECBD, in sinergia con CCPIT (l’omologo della nostra Agenzia Commercio Estero) produrrà un report sui principali comparti produttivi e sui trend di consumo nell’area).
  • Realizzare e diffondere on line sulla principale piattaforma E-commerce BtoB, Alibaba. com, entro i termini della presentazione dell’iniziativa a Shanghai, 30 schede aziendali delle rispettive imprese aderenti, sulla base dellle informazioni fornite dalle stesse;
  • Realizzare un workshop, on site e/o tramite web conference, sulle opportunità, ostacoli, regole commerciali, prassi e tendenze di consumo nell’area;
  • realizzare incontri BtoB, supportati successivamente da una esposizione/show room “permanente” (della durata di un anno, salvo rinnovo autonomo da parte delle imprese coinvolte) nella Free Trade Zone di Shanghai. Tale spazio, a totale disposizione delle imprese pugliesi e con una personalizzazione grafica comune, sotto l’egida di Unioncamere Puglia, sarà assistito dal punto di vista promozionale e commerciale da personale in loco, che contrattualizzerà con la singola impresa le modalità operative per la distribuzione in Cina.

Il progetto si rende immediatamente praticabile in quanto nella “Free Trade Zone” è possibile allocare prodotti anche senza le necessarie certificazioni obbligatorie, indispensabili in caso di importazione sul territorio; cogliendo questa opportunità non è nemmeno necessario sottoporsi immediatamente alle normative e ai dazi doganali, fino a quando non si effettui realmente la vendita/esportazione. Ciò consente ad ogni azienda di inviare una campionatura dei propri prodotti, per farli testare ed esporli, senza doverli sottoporre alle numerose certificazioni e procedure amministrative necessarie, che potranno essere realizzate successivamente e solo in caso di effettiva vendita. Si suggerisce alle imprese di assicurarsi comunque e preventivamente rispetto alla possibilità di commercializzare la propria produzione in territorio cinese.

Il progetto consiste inoltre nell’erogazione alle aziende aderenti dei seguenti servizi, per la durata di un anno:

–         Presenza in uno spazio espositivo a Shanghai, presso il Palazzo dell’Esposizione delle Nazioni, situato all’interno della FTZ di Waigaoqiao – Pudong, spazio con una linea grafica coordinata e sotto il logo Unioncamere Puglia.

–         Disponibilità di uno scaffale espositivo riservato a ciascuna azienda partecipante, delle dimensioni medie di circa 2,5 mq. (tale spazio potrà variare in funzione delle diverse produzioni);

–         Spedizione gratuita fino a 1 m3 di prodotti per campionatura ed esposizione a scaffale per ciascuna azienda partecipante;

–         Attività di comunicazione/promozione dirette a buyers e a consumatori finali

–         Pubblicazione in cinese e inglese di una scheda di presentazione della produzione di ciascuna azienda, su alibaba.com, da diffondere in Cina e nell’intero continente asiatico;

–         Iscrizione all’albo dei soci fornitori del progetto, da sottoscrivere direttamente con la società proponente: Europe China Business Development;

–         Assistenza per pratiche import pre/post vendita;

–         Assistenza per contrattualistica internazionale;

–         Informazioni sull’andamento del mercato e della domanda locali

–         Segreteria in loco.

La reale efficacia dei servizi è in qualche modo garantita dal basso costo richiesto per ogni impresa dalla società proponente, a fronte di una fee commerciale proporzionale alle vendite, rapporto direttamente contrattualizzato tra singola impresa e Europe China Business Development. In tal modo la riuscita del progetto appare coerente con l’effettiva commercializzazione dei prodotti: obiettivo comune del proponente e delle imprese. Tale rapporto sarà regolarmente formalizzato tra le parti.

Lo start up del progetto, con una missione inaugurale a Shanghai e relativi incontri BtoB, in accordo con CCPIT, è prevista per il prossimo mese di dicembre. Per ilo momento si è partiti col food ma verrà esteso a a tutti  i settori con riferimento in particolare all’artigianato artistico e moda (tessili, abbigliamento, calzature).

SCARICA LA BROCHURE DEL PROGETTO

MODA: SEMINARIO E INCONTRO CON LE AZIENDE SVEDESI A STOCCOLMA – 4 NOVEMBRE 2014

Confartigianato Imprese Alto Milanese, nell’ambito del progetto “AM Export” e in collaborazione con l’Ufficio commerciale dell’Ambasciata di Svezia, ha organizzato la partecipazione di piccole e medie imprese del settore della moda al primo di una serie di eventi che si è tenuto il 4 novembre scorso a Stoccolma. Il seminario, dedicato esclusivamente all’industria della moda, è stato organizzato per il 7° anno consecutivo da Habit, la più importante rivista di business per l’industria della moda scandinava. L’argomento principale di questa giornata è stato  “La produzione in Europa vs Asia”. I paesi selezionati per l’evento sono stati Italia, Turchia, Portogallo, Polonia, Cina, Vietnam, e Mauritius. Sono state organizzate sessioni di B2B tra i produttori di ciascun Paese e le aziende di moda svedesi. Per le imprese italiane si è trattato in sintesi di fare una breve presentazione della propria azienda e prodotti e parlare soprattutto del “Made in Italy”. Di seguito, una testimonianza di una nostra impresa partecipante.

Una testimonianza da Stoccolma

“Lo scorso martedì 4 novembre ho partecipato al seminario “Habit produktions dagen 2014” tenutosi presso lo storico Cirkus di Stoccolma. La giornata, dedicata ad approfondire tematiche di delocalizzazione e sostenibilità della produzione, è stata organizzata dalla rivista svedese Habit ed era rivolta a compagnie, buyers e designer svedesi. Mentre gli interventi della prima parte della mattinata si sono concentrati sulla sostenibilità dei prodotti, nella seconda parte gli agenti di Business Sweden si sono avvicendati a esporre pro e contro della produzione in Europa e Asia. Come rappresentante del Made In Italy sono stata invitata a  parlare di Confartigianato, e a presentare come esempi di eccellenza dell’artigianato dell’Alto Milanese quattro aziende del territorio (Lavorazione Commercio Tessile, Dania Pelletteria e i calzaturifici Barbara Cortese e Nebuloni Eugenio). La giornata si è conclusa con i contributi dei rappresentanti del Sud Est asiatico e di Mauritius.

Nelle sale del ristorante del Cirkus, oltre ad un ricco buffet che assicurava un gran viavai di persone, era allestita una piccola mostra dei prodotti provenienti dai rispettivi paesi: t-shirt, camicie, borse e filati da Mauritius, mentre io portavo un piccolo campionario di calzature e prodotti tessili tecnici. Considerando che la nostra presenza non era segnalata nel programma dell’evento, alcuni dei convenuti si sono dimostrati interessati alle nostre produzioni, avvicinandosi al tavolo per toccare i prodotti con mano e chiedere informazioni più dettagliate in merito ai prodotti. L’interesse era indirizzato soprattutto alla qualità dei materiali e alle tecniche di produzione.

I partecipanti erano attorno ai 70/80, in rappresentanza di grandi aziende o persone interessate a sviluppare progetti personali, in cerca di contatti e collaborazioni.

I rappresentati di Habit mi hanno accolta cordialmente e Ulrika  Hoonk, referente per l’Italia di Business Sweden è stata un valido supporto nell’organizzazione del viaggio e della presentazione.

Tirando le somme del viaggio ritengo che, nonostante l’invito sia arrivato all’ultimo momento e non ci sia stato tempo per organizzare una delegazione più rappresentativa, la partecipazione a questo evento sia servita a prendere contatti con istituzioni importanti nel campo del commercio svedese e testare il campo per eventuali collaborazioni future”.

MC

Alcune Foto scattate per l’occasione:

20141104_105645

20141104_122227

20141104_145129

 

Incontro “Conoscere e conquistare i mercati internazionali” – Mercoledì 26 novembre 2014 dalle ore 14.00 alle ore 18.00 presso la Villa Jucker di Castellanza.

La LIUC – Università Cattaneo di Castellanza organizza l’incontro “Conoscere e conquistare i mercati internazionali” che si terrà Mercoledì 26 novembre 2014 dalle ore 14.00 alle ore 18.00 presso la Villa Jucker di Castellanza. (ingresso dal parco dell’università in Corso Matteotti). L’evento si inserisce nel Ciclo di seminari “Imprese ad Alta Competitività” promosso dall’Institute for Entrepreneurship and Competitiveness. All’evento parteciperà in qualità di Key Note Speaker Mauro Bonfanti, Purchasing Director presso Alessi spa, leader internazionale nella produzione di oggetti di design per la casa. Bonfanti si occupa di industrializzazione prodotti e outsourcing delle produzioni non core business, presso indotti di fornitura europei e nel mondo. Di seguito,  il link per iscriversi al seminario: 

http://formazione.liuc.it/corsi/Home/IscrizioneeventoStartUpsemplicirivoluzioni.aspx

La partecipazione all’evento è gratuita. 

 

Progetto “European City” e presentazione nuova opportunità a Shanghai – 18 novembre 2014

Martedì 18 novembre 2014 alle ore 17:00, presso Sala Riunioni della Confartigianato Imprese  Alto Milanese in via XX Settembre, 28 a Legnano, si terrà la riunione durante la quale saranno forniti importanti aggiornamenti relativi al progettoEuropean City“. In quella occasione sarà presentata una nuova iniziativa a Shanghai. L’evento è aperto a tutte le aziende interessate.

Si prega di confermare la propria partecipazione inviando una mail a: tania.nacheva@confam.org

Opportunità di business e investimento in Sudafrica – 11 novembre 2014

Nell’ambito degli incontri previsti dal progetto “Alto Milanese Export per PMI”, martedì 11 novembre alle ore 15,30 presso la Sala Ceccarelli – Area Tecnocity in via XX settembre, 30 a Legnano si è tenuto l’incontro presentazione Paese Sudafrica al quale è intervenuto il Console Generale del Sudafrica a Milano. L’obiettivo dell’incontro è stato quello di illustrare le opportunità di business e di investimento nel Paese africano. Di seguito, alcune foto scattate durante l’incontro.

Confartigianato Altomilanese Novembre 11 - 201421Confartigianato Altomilanese Novembre 11 - 20142