Arconate Buscate Busto Garolfo Canegrate Cerro Maggiore Cuggiono Dairago Inveruno Legnano
 Magnago Nerviano Parabiago Rescaldina San Giorgio su Legnano San Vittore Olona Turbigo Villa Cortese

Monthly Archives: marzo 2014

Opportunità “fuori Expo” con l’incoming di buyer esteri in occasione di HOMI, la fiera su casa e stili di vita

Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia in collaborazione con Fiera Milano SpA promuovono il progetto “Incoming di buyer Esteri a HOMI Il Nuovo Grande Macef”, la manifestazione rivolta al mondo della casa e agli stili di vita, aperta agli operatori del settore.

Finalità

Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia, nell’ambito dell’Accordo di Programma Competitività e in collaborazione con Fiera Milano SpA, promuovono il progetto “Incoming di buyer esteri a Homi – Il nuovo grande Macef –  13-16 settembre 2014”, finalizzato ad incentivare i processi di internazionalizzazione delle imprese lombarde poco o per nulla internazionalizzate, ma che hanno un buon potenziale competitivo, per ampliare il numero delle imprese esportatrici.

Dotazione finanziaria

Le risorse stanziate per il progetto ammontano a € 550.000.

Attività oggetto dell’intervento

Il bando prevede l’offerta alle imprese beneficiarie, in forma interamente gratuita, di un pacchetto di servizi comprendente:

  • La partecipazione alla manifestazione fieristica internazionale “Homi – Il nuovo grande Macef”, in programma presso il quartiere fieristico di Rho Fieramilano dal 13 al 16 settembre 2014, con uno stand preallestito di 12 mq, inclusivo di assicurazione, utenze e quota di adesione;
  • L’organizzazione di incontri d’affari con buyer esteri qualificati, appositamente selezionati e invitati sulla base dell’interesse dell’impresa, e la messa a disposizione di interpreti nell’area comune;
  • Un percorso di preparazione propedeutico alla partecipazione alla fiera e agli incontri con i buyer, al fine di sfruttare al meglio le opportunità di contatto con potenziali clienti;
  • Assistenza specialistica nelle tematiche internazionali (contrattualistica, dogane, fiscalità, trasporti, ecc.) utile per orientarsi su nuovi mercati.

I servizi offerti costituiscono un beneficio equivalente ad una somma di € 5.500.

Saranno ammesse a partecipare al bando 100 imprese.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda le imprese lombarde in possesso, alla data di pubblicazione del bando sul Bollettino Ufficiale di Regione Lombardia, dei seguenti requisiti:

  • qualificarsi come Micro, Piccola o Media Impresa (MPMI) ai sensi della normativa comunitaria;
  • avere un numero di effettivi compreso tra 4 e 249 unità;
  • avere un fatturato, come da ultimo bilancio approvato o dichiarazione dei redditi, compreso tra € 500.000 € 20.000.000;
  • non aver partecipato alle ultime due edizioni dell’evento, ovvero Homi 19-22 gennaio 2014 e Macef 12-15 settembre 2013;
  • essere imprese manifatturiere, industriali o artigiane, e rientrare in una delle classificazioni indicate nel repertorio merceologico stabilito dall’organizzatore della manifestazione, come riportato all’Allegato A dell’avviso di selezione allegato in fondo alla pagina;
  • avere sede legale e/o operativa in Lombardia;
  • essere iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio territorialmente competente e risultare attive;
  • essere in regola con il Diritto Camerale Annuale;
  • non rientrare tra le imprese attive nei settori esclusi dall’art. 1 del Reg. UE n. 1407/2013;
  • non trovarsi in difficoltà ai sensi degli orientamenti comunitari sugli Aiuti di stato per il salvataggio e ristrutturazione di imprese in difficoltà (GUUE C 244 dell’1 ottobre 2004) e, in particolare, non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;
  • aver assolto gli obblighi contributivi, come attestato dal Documento Unico di Regolarità Contributiva, ed essere in regola con le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro di cui al D.lgs. n. 81/2008 e successive modificazioni ed integrazioni;
  • non trovarsi nella situazione di aver ricevuto e successivamente non rimborsato o depositato in un conto bloccato aiuti sui quali pende un ordine di recupero, a seguito di una precedente decisione della Commissione europea che dichiara l’aiuto illegale e incompatibile con il mercato comune;
  • avere legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, decadenza, di sospensione previste dall’art. 10 L 575/1965 (C.D. disposizioni contro la mafia).

Presentazione della domanda

Le domande potranno essere presentate a partire delle ore 12.00 del 25 marzo 2014 fino alle ore 12.00 del 9 maggio 2014, esclusivamente in forma telematica accedendo al portale www.bandimpreselombarde.it

L’impresa dovrà compilare l’apposito “Modulo di Domanda” e firmarlo digitalmente tramite un dispositivo di firma elettronica.

Ammissione delle domande

Le imprese in possesso dei requisiti di ammissibilità saranno ammesse al beneficio secondo la procedura automatica di cui all’art. 4 del D. Lgs 123/1998, in stretto ordine cronologico di presentazione della domanda, sulla base delle dichiarazioni rese dall’impresa sul possesso dei requisiti e previa verifica della completezza e regolarità della domanda presentata e del rispetto dei termini per l’inoltro.

L’elenco delle imprese ammesse al beneficio sarà approvato entro 15 giorni dal termine per la presentazione delle domande e sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale di Regione Lombardia.

Informazioni e assistenza

Per informazioni relative al presente Bando è possibile contattare:

Unioncamere Lombardia, tel. 02/607960.1, E-mail: internazionalizzazione@lom.camcom.it, PEC: attivitaproduttive@pec.regione.lombardia.it

È possibile richiedere assistenza tecnica relativa alla procedura di inserimento delle domande compilando il modulo presente sul sito www.bandimpreselombarde.it alla voce Assistenza.

TIPOLOGIA: Agevolazioni
SCADENZA: Temporale
DATA DI PUBBLICAZIONE: 25-03-2014
DATA CHIUSURA: 09-05-2014

A questo link è possibile trovare l’allegato con tutti i dettagli e le categorie merceologiche ammesse:

http://www.industria.regione.lombardia.it/cs/Satellite?c=Attivita&childpagename=DG_Industria%2FWrapperBandiLayout&cid=1213659832964&p=1213659832964&packedargs=locale%3D1194453881584%26menu-to-render%3D1213301212445&pagename=DG_INDWrapper&tipologia=Agevolazioni

Fonte: www.industria.regione.lombardia.it

Il Sindaco Centinaio: verso Expo’ ed oltre Expo’

Legnano – Nel corso della presentazione del progetto “Alto Milanese per Export PMI” agli imprenditori di Legnano,  che si è tenuta mercoledì 26 marzo a Palazzo Leone da Perego, il sindaco Alberto Centinaio ha manifestato l’impegno e l’ottimismo dell’Amministrazione comunale legnanese nel promuovere questa iniziativa insieme agli altri Comuni del territorio e alle associazioni di categoria.

“L’incontro di oggi è un’altra tappa dell’intensa opera di sensibilizzazione del nostro territorio in vista dell’importante appuntamento di Expo 2015. Un percorso rivolto in modo particolare alle imprese piccole e medie presenti nei comuni dell’Alto Milanese” ha esordito Centinaio. “Tutti insieme dobbiamo cogliere le opportunità che derivano da Expo. Dobbiamo riuscire a capitalizzare le ricadute aiutando le imprese a crescere e a diventare competitive migliorando la loro presenza sul mercato internazionale. Il progetto di internazionalizzazione che Confindustria e Confartigianato Alto Milanese, in stretto contatto con i Comuni della zona, hanno pensato punta a mettere in relazione le imprese locali con le delegazioni straniere che hanno aderito ad Expo 2015. Molti Paesi sono interessati a conoscere e ad allacciare rapporti commerciali con le nostre imprese.”

Il sindaco ha sottolineato che “non si tratta di un’operazione di immagine; è invece un progetto interessante e a costo zero, fondato su basi concrete”.

Confindustria e Confartigianato si sono messe a disposizione degli imprenditori locali e invieranno nelle aziende esperti per raccogliere indicazioni circa la presenza di possibili mercati. “L’obiettivo è di cogliere le potenzialità commerciali delle imprese, incrociandole con le esigenze dei potenziali partner. Questo non esclude l’eventualità di gemellaggi mirati con singoli Stati. E’ però più strategico mettere le aziende nella condizione di dialogare con tutti.”

In conclusione, il sindaco Centinaio ha ribadito che il progetto non è pensato solo in funzione di Expo 2015: “Il titolo di questo convegno è emblematico della strada che si vuole percorrere: far sì che le opportunità di Expo 2015 non si esauriscano nei sei mesi dell’esposizione internazionale ma vadano oltre“.

Lavorare a Expo2015, le candidature sono aperte

L’Expo 2015 a Milano può essere una buona opportunità anche per i giovani in cerca di lavoro. Sul sito ufficiale dell’Esposizione Universale è infatti possibile inviare la propria candidatura a seconda del programma di lavoro più adatto al proprio profilo. Queste le figure al momento più ricercate ed i programmi di lavoro proposti.

PARTECIPANTS & VISITOR SERVICES SPECIALIST – La ricerca è rivolta a candidati di entrambi i sessi, laureati in Ingegneria, in Materie Umanistiche o con titoli equipollenti. E’ richiesta anche maturata esperienza dai 4-6 anni di esperienza in contesti pubblici o privati in ruoli analoghi o equipollenti (project management ecc.). Inoltre i candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti indispensabili:
– conoscenza e capacità di applicazione delle tecniche di gestione per progetti;
– conoscenza e capacità di applicazione dei modelli di pianificazione economico-finanziaria;
– conoscenza dei modelli di funzionamento dei business legati alla gestione di spazi multiservizio e multifunzione di grande transito;
– capacità di lavoro di squadra e di gestione di interlocutori esterni (fornitori ecc.) in situazioni complesse;
– conoscenza e capacità di utilizzo dei software del pacchetto Office e di MS Project;
– conoscenza della lingua inglese.

I candidati prescelti verranno inseriti nella Divisione Operations e andranno a supportare la gestione ed esecuzione dei servizi all’interno del sito espositivo per garantire, attraverso un’elevata qualità dei servizi offerti, la piena soddisfazione del visitatore e dei partecipanti. Si occuperanno di contribuire allo sviluppo dei servizi che verranno offerti ai visitatori e ai Partecipanti pre e durante i sei mesi di durata della manifestazione. Collaboreranno nella pianificazione operativa di alcune attività e servizi all’interno dei “quartieri” presenti nel sito espositivo e nella pianificazione della turnistica dello staff presente nel sito a vario titolo.

FORMA GIOVANI – YOUTH TRAINING PROGRAM – Mirato al coinvolgimento di studenti e neolaureati in programmi curriculari e di orientamento professionale attraverso l’istituto dello Stage. Si rivolge, pertanto, a chi deve svolgere uno stage curriculare e a chi, appena laureato o diplomato, vuole affacciarsi al mondo del lavoro. Gli stage si svolgeranno prevalentemente in ambito operations del sito espositivo, comunicazione, eventi, sostenibilità.
Le selezioni avranno luogo principalmente negli ultimi mesi del 2014.

ESPERIENZA GIOVANI – EXPERIENCE DEVELOPMENT PROGRAM – Rivolto ai giovani che hanno già affrontato uno stage o una prima esperienza lavorativa e che vogliono entrare nel mercato del lavoro acquisendo una specifica professionalità. La caratteristica principale di questo programma sarà l’intensa formazione on the job grazie all’utilizzo del Contratto di Apprendistato e alla definizione di specifici percorsi e professionalità acquisibili. Tali risorse saranno impegnate principalmente nelle attività di gestione del sito espositivo (operations, logistica, centrale operativa).
Le selezioni avranno luogo negli ultimi mesi del 2014.

EXPO LAVORA – JOB OPPORTUNITY PROGRAM – Rivolto a chi, pur avendo un’esperienza di lavoro consolidata, cerca un’occasione per rientrare nel mondo del lavoro e per riqualificare la propria professionalità. Tali risorse saranno impegnate principalmente nella gestione operativa dei diversi quartieri e servizi del sito espositivo.
Le selezioni avranno luogo negli ultimi mesi del 2014.

SELEZIONI STAFF SOCIETA’ – Rivolto all’inserimento di personale nelle attuali strutture della società per gli anni 2013 e 2014. In particolare, nel corso dei prossimi mesi, saranno ricercati prevalentemente professionisti nelle aree di gestione dell’evento (marketing, ticketing, sales etc.) e gestione operativa del sito espositivo (logistica, accreditation, sicurezza, servizi operativi al visitatore, centrale operativa etc.).

Fonte: Qui Finanza, www.quifinanza.it, 27/3/2014

http://www.quifinanza.it/8495/lavoro/lavorare-a-expo2015-candidature-sono-aperte-ecco-i-profili-richiesti.html?refresh_ce

 

 

Expo, una rampa di lancio per imprenditori, artigiani e liberi professionisti del territorio dell’Alto Milanese

Legnano – fonte: www.legnanonews.com

(v.arini) – Expo, una rampa di lancio per imprenditori, artigiani e liberi professionisti del territorio dell’Alto-Milanese.

Almeno questo è l’obiettivo di amministratori locali e associazioni di categoria che, insieme, hanno lanciato una serie di progetti, chiamati Am-export e finalizzati ad aiutare le aziende a cogliere questa opportunità con progetti e servizi a sostegno dell’internazionalizzazione, dell’export e del turismo. Progetti che mercoledì sera, dopo Rescaldina e San Vittore Olona, sono stati presentati anche a Legnano, nella sede di Palazzo da Perego, alla presenza di una sessantina di interessati, tra cui 36 rappresentanti di aziende e molti liberi professionisti.

Am-export è promosso dalla Conferenza dei Sindaci con il supporto di Confindustria e Confartigianato Alto Milanese.

Un evento mondiale lungo 180 giorni a due passi da casa non bisogna farselo sfuggire. A partire dalla sua realizzazione che avrà solo come fulcro l’area di Rho-Pero: «Immaginate che saranno 5 litri d’acqua in una tanica da un litro – la metafora usata da Walter Andreazza, di Confartigianato –  i territori dovranno essere in grado di pescare l’acqua che fuori esce dalla tanica sia dal punto di vista dell’accoglienza che delle opportunità di scambi commerciali».

Il primo passo dovrà essere quello di proporsi, meglio se già in aggregati di aziende o liberi professionisti, come fornitori per la realizzazione dei padiglioni fieristici. Come?: «E’ stato predisposto un catalogo telematico – ha spiegato Andreazza – che, a fronte di poche centinaia di euro, vi dà l’opportunità di mettervi in “lista”Al momento questo catalogo è composto da 400 fornitori ma siamo solo all’inizio: ad aprile si apriranno i bandi per le forniture, immaginate tutto quello che serve per creare una città». Per Informazioni sul progetto, calendario eventi e contatti dei referenti comunali e della segreteria tecnica è possibile consultare il sito www.am-export.it.

Il consiglio alle aziende è quello di mettersi in rete e di rivolgersi allo sportello unico per le imprese del proprio Comune per farsi fare un check-up gratuito sullo stato di internazionalizzazione della propria organizzazione. Già una ventina circa le aziende che si sono rivolte a Legnano.

«L’obiettivo – ha aggiunto Livio Frigoli, direttore generale del Comune di Legnano – è quello di attingere fondi rivolgendoci alle istituzioni a livello più alto per offrire anche un supporto economico. I fondi per Expo ci sono, dobbiamo portarli sul nostro territorio.»

Considerati i costi proibitivi degli spazi all’interno del polo fieristico, l’altro obiettivo è quello di creare occasioni di contatto e promozione commerciale all’esterno di Rho Fiera usando Tecnocity come base.

lnfine, Legnano si propone di ospitare la sede nazionale dell’Anci (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) per il periodo dell’Expo proprio in relazione alla sua storia. Fu proprio dalla battaglia di Legnano che ebbero origine i Comuni e le comunità.  

«E’ incoraggiante vedere tante imprese interessate – ha concluso  il sindaco Alberto Centinaio sostenuto da Gianbattista Fratus, consigliere provinciale responsabile dell’Alto Milanese – Expo non è solo una vetrina ma una concreta opportunità che deve andare anche oltre Expo».

Nelle settimane successive seguiranno gli incontri con gli imprenditori degli altri Comuni partecipanti, a partire da Parabiago (31 marzo), Busto Garolfo (2 aprile), Inveruno (7 aprile) e Magnago (9 aprile).

27/3/2014   http://www.legnanonews.com/news/7/36635/

Confartigianato partner del Padiglione Italia

Confartigianato, la principale Organizzazione italiana dell’artigianato e delle piccole imprese, sarà protagonista nel Padiglione Italia con un’area permanente di rappresentanza, uno spazio espositivo di due settimane dedicato alle eccellenze dell’artigianato e un evento organizzato all’Auditorium di Palazzo Italia.

Il contratto di partecipazione è stato sottoscritto da Giorgio Merletti, Presidente di Confartigianato, Diana Bracco, Presidente di Expo 2015 S.p.A. e Commissario Generale di Sezione per il Padiglione Italia, e Cesare Vaciago, Direttore Generale del Padiglione Italia a Expo 2015.

“Uno degli obiettivi del Padiglione Italia – ha affermato Diana Bracco –  è restituire centralità agli attori della filiera agricola e artigianale, depositaria quest’ultima di uno straordinario saper fare, frutto dell’esperienza di più generazioni. Un patrimonio di tradizioni artigianali uniche al mondo che sono alla base del successo del Made in Italy. La firma dell’accordo con Confartigianato – ha concluso il Commissario Generale di Sezione per il Padiglione Italia – è perciò di grande importanza. Con Confartigianato condividiamo, tra l’altro, l’attenzione alle nuove generazioni: il Padiglione Italia, il cui concept è proprio il Vivaio, potrà essere un laboratorio di crescita anche per i giovani artigiani di talento”.

“Expo 2015 – ha dichiarato il Presidente Merletti – rappresenta per gli artigiani e i piccoli imprenditori italiani un’eccezionale vetrina internazionale per valorizzare la qualità dei prodotti e dei servizi italiani. Competere nell’eccellenza è il terreno proprio dell’artigianato e per questo Confartigianato sarà all’Esposizione Universale di Milano. Per dare ai propri associati una occasione di visibilità straordinaria ed offrire a milioni di visitatori l’esperienza magica del made in Italy autentico. Confartigianato porterà nel Padiglione Italia di Expo 2015 il pregio della nostra manifattura, la creatività, la tradizione e la capacità innovativa dell’artigianato italiano. Expo 2015 è una sfida per rilanciare agli occhi del mondo i valori del nostro sistema produttivo, fondato sul sistema delle piccole imprese, e per riaffermare con orgoglio la qualità e lo stile del saper fare italiano”.

In vista di Expo 2015, Confartigianato ha organizzato una serie di iniziative per promuovere la partecipazione delle imprese all’evento che costituisce opportunità di valorizzazione del territorio e delle attività imprenditoriali e di rilancio dell’economia italiana.

Fonte: www.padiglioneitaliaexpo2015.com/it/news_eventi/confartigianato-partner-del-padiglione-italia

Expo 2015: rampa di lancio per le imprese dell’Alto Milanese. Se ne parla a Legnano

Sono nove i Comuni dell’Alto Milanese in cui è già stato presentato agli imprenditori il progetto “Alto Milanese per Export PMI”, promosso dalla Conferenza dei Sindaci con il supporto di Confindustria e Confartigianato Alto Milanese. Dall’inizio di marzo, le Amministrazioni comunali di San Vittore Olona, Villa Cortese, Cerro Maggiore, Canegrate, Cuggiono, San Giorgio su Legnano, Turbigo, Nerviano e Rescaldina hanno incontrato gli artigiani e i professionisti del proprio territorio per illustrare le potenzialità legate alla presenza di Expo 2015 alle porte di Milano. Buona la partecipazione riscontrata, tanto l’interesse da parte degli imprenditori intervenuti, con un po’ di prudenza ma anche molta voglia di fare e mettersi in gioco per cogliere un’opportunità senza precedenti.

La prossima settimana il progetto sarà illustrato a Legnano, Comune che ha creduto e investito molto nell’iniziativa, percepita come una possibilità concreta, un sostegno fattivo alle realtà produttive del territorio che la crisi economica sta mettendo in seria difficoltà. L’Amministrazione comunale di Legnano, come gli altri 16 Comuni che hanno aderito al progetto, si pone così al fianco degli imprenditori, per supportarli e spronarli a guardare avanti, anche oltre l’Expo.

L’appuntamento è per mercoledì 26 marzo 2014 alle ore 18 presso il Palazzo Leone Da Perego, in via Gilardelli 10 a Legnano. La partecipazione è gratuita (confermare la propria presenza all’indirizzo mail segreteria@am-export.it o al numero 0331/592510-3).

Durante l’incontro sarà illustrato l’evento Expo Milano 2015, con ciò che esso può rappresentare in termini di impatto e sviluppo per l’economia del territorio, sarà delineato il percorso che porta all’elaborazione di una strategia in vista dell’internazionalizzazione (check up aziendale, formazione on demand, consulenza…) e saranno descritti gli strumenti messi a disposizione delle imprese (in particolare il link al Catalogo per i Partecipanti, vera e propria vetrina per le aziende, dal portale www.am-export.it).

Nelle settimane successive seguiranno gli incontri con gli imprenditori degli altri Comuni partecipanti, a partire da Parabiago (31 marzo), Busto Garolfo (2 aprile), Inveruno (7 aprile) e Magnago (9 aprile).

Nella sezione “Il Progetto”, presentazione e modulo per gli imprenditori interessati

In questo portale, nella sezione “Il Progetto”  sono disponibili la presentazione agli imprenditori dei Comuni aderenti all’iniziativa e il modulo che gli interessati possono compilare per essere coinvolti nel progetto e rimanere sempre aggiornati!

I prossimi appuntamenti con gli imprenditori locali per la presentazione del progetto

Dopo gli incontri con gli imprenditori di San Vittore Olona, Villa Cortese, Cerro Maggiore, Canegrate e Cuggiono, prosegue nei Comuni del territorio la presentazione del progetto di internazionalizzazione “Alto Milanese per Export PMI”, promosso dalla Conferenza dei Sindaci con il supporto di Confindustria e Confartigianato Alto Milanese.

Questi gli appuntamenti della prossima settimana: lunedì 17 marzo l’Amministrazione comunale e Confartigianato incontreranno gli imprenditori di San Giorgio su Legnano (ore 21 presso la Sala Consiliare in Piazza IV Novembre 7), martedì 18 l’appuntamento sarà a Turbigo (ore 21 nella Sala Consiliare del municipio), mercoledì 19 a Nerviano (ore 21 nella Sala Borgognone del municipio), giovedì 20 a Rescaldina (ore 21 nell’Auditorium comunale di via Matteotti 6). L’incontro a Busto Garolfo, in programma per lunedì 10 marzo, è stato rinviato a mercoledì 2 aprile (ore 21 presso la Sala Don Besana della BCC).

Mercoledì 26 marzo alle ore 18, la presentazione avrà luogo nel Comune di Legnano, in Palazzo Leone da Perego. Seguiranno, nei giorni successivi, gli incontri negli altri Comuni partecipanti.

Rinviato l’incontro con gli imprenditori di Busto Garolfo

L’incontro con gli imprenditori per la presentazione del progetto AM per Export in programma ieri sera a Busto Garolfo non si è potuto svolgere per motivi tecnico-organizzativi. L’appuntamento è rinviato a data da destinarsi. Ricordiamo che questa sera alle ore 20.30 la presentazione avrà luogo nel comune di Cerro Maggiore (Sala Consiliare, via San Carlo 17). Non mancate!

 

Alto Milanese per Expo 2015: firmato l’Accordo partenariale per la promozione del territorio

Legnano I Comuni dell’Alto Milanese hanno siglato ieri (6 marzo 2014) a Legnano, presso la sede decentrata della Provincia di Milano, l’Accordo partenariale per la promozione del territorio in occasione di Expo 2015, un documento che ufficializza un percorso intrapreso dal 2013 e che si sta ora concretizzando. Il protocollo d’intesa mira a creare sinergie tra enti locali, organizzazioni economiche e associazioni del territorio per promuovere e valorizzare le eccellenze e le potenzialità istituzionali, economiche e sociali dell’Alto Milanese sul piano internazionale, con uno sguardo che va ben oltre l’Esposizione universale.

Alla sottoscrizione dell’accordo erano presenti la Provincia di Milano, nella persona del consigliere delegato per l’Alto Milanese Gianbattista Fratus, i rappresentanti dei Comuni di Arconate, Buscate, Busto Garolfo, Canegrate, Cerro Maggiore, Cuggiono, Dairago, Inveruno, Legnano, Nerviano, Parabiago, Rescaldina, San Giorgio su Legnano, San Vittore Olona, Turbigo, Vanzaghello e Villa Cortese, Confartigianato Alto Milanese, Unione Confcommercio mandamento di Legnano, Confindustria Alto Milanese e Euroimpresa Legnano. Nell’incontro di ieri, gli enti hanno convenuto di dar vita a un “Tavolo permanente di collaborazione” finalizzato a far sì che l’evento Expo 2015 promuova l’Alto Milanese, consolidi la sua attrattività turistica, implementi le opportunità per lo sviluppo delle imprese del territorio sul mercato internazionale. A tal fine sono stati individuati quattro ambiti progettuali d’azione:

1) Il progetto “Internazionalizzazione”, già attivato da Confartigianato Alto Milanese e già sottoscritto per adesione da 15 Comuni. Il progetto sarà attuato in collaborazione con Confindustria Alto Milanese nelle forme e secondo le modalità direttamente stabilite dalle due associazioni.
2) Il progetto “Attrattività turistica” promosso da Confcommercio e sviluppato d’intesa con Euroimpresa Legnano e dai partner operativi da essa individuati, nella progettualità e nelle forme che saranno successivamente presentate e decise dai promotori del progetto.
3) Il progetto “Palinsesto territoriale” che punterà al coordinamento e alla valorizzazione delle iniziative d’eccellenza messe in campo da tutti i soggetti sottoscrittori dell’accordo in vista di Expo 2015.
4) Il progetto “Laboratorio Comune”, che punterà, in collaborazione con ANCI Nazionale e ANCI Lombardia, a creare un forte attrattore territoriale e la sede fuori sito per i Comuni italiani.

L’assemblea dei sottoscrittori, costituita da un rappresentante per ogni ente firmatario dell’accordo, avrà il compito di delineare le linee strategiche e le indicazioni programmatiche per lo sviluppo del territorio in occasione e oltre la realizzazione dell’Expo Milano 2015; monitorare lo stato di attuazione del programma di attività e valutare l’efficacia dei progetti realizzati; definire proposte e progettualità finalizzate all’acquisizione di finanziamenti e contributi straordinari per l’attuazione delle iniziative concordate.

Per dare attuazione ai progetti e centrare gli obiettivi dell’accordo, saranno interpellati e coinvolti enti quali la Regione Lombardia, la Camera di Commercio di Milano, la società Explora, le associazioni locali (anche sindacali), le fondazioni comunitarie, le università e i centri di ricerca, gli
istituti scolastici superiori, gli istituti di credito e altri soggetti rappresentativi che condividano le finalità del protocollo.

Il Comune di Legnano è stato individuato quale capofila dell’aggregazione e la Conferenza dei Sindaci sta già lavorando per garantire la massima visibilità ai Comuni durante l’Expo.